Maschere da sci polarizzate: caratteristiche delle lenti di qualità

maschere da sci polarizzate

Le maschere da sci oltre a preservare gli occhi dai raggi ultravioletti, dal riverbero del sole, così come da eventuali corpi estranei che possono colpire lo sciatore che si accinge ad affrontare la pista, devono garantire una visione ottimale, a prescindere dalle condizioni atmosferiche, riparando al contempo il volto da eventuali cadute accidentali.

Le lenti della maschera da sci giocano per questo un ruolo fondamentale esattamente come la relativa qualità ed è necessario scegliere con estrema accuratezza, poiché possono influire in maniera significativa non solo sull’ effettiva ampiezza del campo visivo ma anche e soprattutto sulla stessa visibilità, specie quando occorre affrontare condizioni luminose particolari.

In commercio sono disponibili maschere da sci polarizzate, concepite per garantire una visione perfettamente nitida, preservando efficacemente gli occhi dall’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti: caratterizzate da lenti di qualità, queste maschere permettono pertanto le migliori prestazioni in pista, senza affaticare la vista.

Caratteristiche delle lenti da sci polarizzate

Caratteristiche delle lenti da sci polarizzate

Sempre più avanzate e performanti, le maschere da sci polarizzate sono senza alcun dubbio tra le più apprezzate dagli sciatori così come dai semplici appassionati che amano la montagna e ancor di più la neve.

Estremamente funzionali, dispongono infatti di lenti polarizzate, elementi che rappresentano una vera e propria barriera protettiva per gli occhi, specie se sottoposti a condizioni di luce particolarmente intensa o riflessa, che possono danneggiarli o rendere difficoltosa la vista.

Sono infatti pensate per filtrare efficacemente la luce, schermando altresì anche il riverbero del sole, condizione che sulla neve risulta molto evidente esattamente come avviene sull’acqua, e in misura minore sulla sabbia e sull’asfalto.

Grazie alle maschere da sci con lenti polarizzate è pertanto possibile ottenere un significativo incremento del contrasto, migliorando al contempo l’ampiezza del campo visivo: in questo modo, la visione appare maggiormente nitida e definita, offrendo l’opportunità di affrontare la pista da sci senza alcun tipo di disturbo.

Un notevole comfort visivo unito alla sicurezza per gli occhi contribuiscono a rendere le maschere da sci con lenti polarizzate un accessorio indispensabile proprio perché in grado di ridurre in maniera significativa l’affaticamento visivo, garantendo al contempo la completa protezione dai raggi UV.

Leggi anche: Maschere da sci con lenti intercambiabili: 3 dritte per scegliere quella giusta per te

Come funzionano le lenti polarizzate delle maschere da sci

Le lenti polarizzate di qualità appaiono così performanti e funzionali in virtù del cosiddetto principio polarizzante: la luce naturale, presente sotto forma di onde, viaggia mediante oscillazione. 

Quando un raggio di sole colpisce una superficie riflettente quale la neve, ad esempio, la luce tende a muoversi sia orizzontalmente che verticalmente, subendo così un processo di polarizzazione.

Mentre dunque i raggi luminosi verticali forniscono le informazioni legate a colori e contrasti, quelli orizzontali determinano un effetto abbagliante che genera particolare disturbo del campo visivo.  

Grazie al filtro polarizzante delle lenti montate sulle maschere da sci, caratterizzato da una struttura reticolare e verticale, è pertanto possibile ridurre sensibilmente o addirittura eliminare il classico quanto fastidioso riverbero.

Maschere da sci con lenti polarizzate e protezione dai raggi UV

Occorre prestare particolare attenzione anche sulla neve, preservando la vista e gli occhi dai raggi UV: uno tra i principali vantaggi legati alle lenti polarizzate delle maschere da sci è dato dalla relativa capacità di assorbire e filtrare le radiazioni ultraviolette grazie a specifici trattamenti a esse applicati.

Appaiono pertanto fondamentali proprio perché l’occhio non è in grado di sviluppare una tolleranza nei confronti delle radiazioni UV, subendone inevitabilmente i danni: è dunque da sfatare la leggenda metropolitana che vede la presenza delle nuvole come una sorta di barriera protettiva, poiché anche nelle giornate tendenzialmente coperte filtra circa l’80% di raggi UV.

Tale spiacevole quanto dannoso effetto risulta ovviamente promosso e amplificato in particolare in montagna e in presenza di neve: la stessa intensità dei raggi solari tende infatti ad aumentare in maniera esponenziale proprio in funzione dell’altitudine, superando il 12% in più ogni mille metri. 

Meglio dunque proteggersi adeguatamente, utilizzando maschere da sci con lenti polarizzate di qualità in grado di garantire comfort e una visione chiara, confortevole e nitida a prescindere dalle condizioni luminose.

Vantaggi delle maschere da sci polarizzate

Vantaggi delle maschere da sci polarizzate

Protettiva ed estremamente efficace, la tecnologia polarizzante può essere applicata con notevoli benefici anche alle maschere da sci, determinando un completo benessere visivo, lo stesso che permette di affrontare in sicurezza anche le piste da sci più impegnative.  

Sono innumerevoli i modelli di maschere per sciare a disposizione sul mercato, tutti in grado di offrire le migliori performances in termini di visibilità, contrasto e nitidezza. 

Avvalendosi di lenti polarizzate, tali maschere da sci permettono di assorbire efficacemente la luce riflessa, garantiscono una visione confortevole proprio grazie all’incremento del contrasto e riducono sensibilmente l’affaticamento visivo, preservando gli occhi da eventuali danni provocati dai raggi UV.

Leggi anche: Ti presentiamo la top 10 delle maschere da sci più acquistate su Botteroski.com

Questo elemento è stato inserito in Sci. Aggiungilo ai segnalibri.