Maschere da sci per bambini: ecco come scegliere quelle giuste

maschere da sci per bambini

Indossare la maschera da sci è particolarmente importante, poiché permette di proteggere in modo completo il viso e gli occhi, riparando da eventuali cadute. Tuttavia, se si parla di bambini o teenager, essa diviene determinante proprio per per evitare eventuali lesioni agli occhi, causate da fattori tra i più vari e particolarmente deleteri, specie in fase di crescita.

L’intensità della rifrazione del sole sulla neve può infatti comportare lesioni irreversibili a carico della retina, mentre le variabili quali il freddo particolarmente intenso e la velocità in pista, uniti al vento e al pulviscolo presenti nell’aria, appaiono tra le principali fonti di stress della zona oculare.

Anche le maschere da sci per bambini sono pertanto concepite per preservare in modo efficace gli occhi dai danni provocati dai raggi ultravioletti, così come dal vento che può generare una fastidiosa lacrimazione, con conseguente annebbiamento della vista. Rappresentano pertanto un valido ausilio, indispensabile a prescindere dalle condizioni luminose e atmosferiche, il tutto garantendo protezione e sicurezza.

Leggi anche: Maschere da sci polarizzate: le caratteristiche delle lenti di qualità

Come scegliere la maschera da sci per bambini

Come scegliere la maschera da sci per bambini

Le maschere da sci per bambini, in linea generale, conservano le medesime caratteristiche dei modelli pensati invece per gli adulti. La gamma di proposte e opzioni disponibili in commercio è davvero vasta, e i criteri di scelta sicuramente tra i più vari. 

Certo è, tuttavia, che la scelta della maschera da sci per bambini deve essere effettuata dopo averne valutato accuratamente le caratteristiche. Questo al fine di acquistare un prodotto dall’elevata qualità costruttiva, in grado di apparire sicuro, solido ed efficiente nel tempo.

Occorre considerare pertanto in primis il materiale di composizione: le migliori maschere da sci sono di norma realizzate in poliuretano termoplastico o TPU, in grado di determinare due vantaggi: presenta infatti una notevole capacità di assorbimento degli urti, evitando che dopo l’impatto la stessa maschera possa diventare potenzialmente pericolosa. 

Inoltre, il TPU presenta un’ulteriore peculiarità: dispone anche della capacità di conservare la propria deformabilità in funzione della temperatura a cui è sottoposto. Questo permette pertanto alla maschera da sci di mantenere l’originaria flessibilità, garantendo comfort e vestibilità anche in presenza di freddo intenso.  

Quando si sceglie la maschera da sci per bambini, la vestibilità è fondamentale: l’accessorio deve infatti aderire perfettamente al viso, senza provocare fastidi o risultare eccessivamente pesante. L’impiego di componenti di ultima generazione quali la schiuma o i sistemi di ventilazione assicurano leggerezza durante la calzata, riducendo al minimo l’ingombro.

I bambini, infatti, tendono a mal tollerare indumenti o accessori ingombranti e poco confortevoli che in qualche modo possono costringerne il movimento, anche se solo del viso. 

La scelta di una maschera da sci con schiuma a doppia o tripla densità e con sistema di ventilazione interno avanzato permette di fruire di tutto il comfort necessario, a prescindere dalle condizioni climatiche, garantendo il totale assorbimento degli urti e proteggendo il volto in maniera ottimale.

Di importanza non indifferente sono ovviamente le lenti che devono essere preferibilmente polarizzate in modo da assicurare al bambino un campo visivo ampio e una visuale sempre nitida e correttamente illuminata della pista da sci, grazie a un contrasto ottimale.

Anche le maschere da sci per bambini possono comunque disporre di trattamenti tecnici quali il fotocromatico, in grado di mutare il colore della lente in funzione delle condizioni luminose presenti, e ancora l’anti-graffio, l’anti-nebbia e il filtrante UV.

In genere, le maschere da sci per bambini sono caratterizzate in ultimo da montature ultraleggere e dotate di fori di areazione che ne migliorano ancora di più il comfort.  

Occorre poi dedicare un’attenzione particolare alla scelta del colore della maschera e della relativa struttura, preferibilmente fluorescente anche per quanto riguarda la fascia elastica e gli allacci. Questo per rendere ancor più visibile il bambino che affronta la pista da sci, riducendo al minimo il rischio di impatto.

Sicurezza, solidità, affidabilità e componenti di ottima qualità rappresentano importanti criteri di scelta: la maschera da sci deve necessariamente tutelare il bambino, garantendone l’incolumità in ogni situazione che può verificarsi in montagna e sulla neve.

Migliore maschera da sci per bambini

Come per le maschere da sci per adulti, anche per quanto concerne i modelli pensati per i bambini non esiste un accessorio migliore o peggiore di un altro: la maschera per sciare deve infatti adattarsi in modo consono alle esigenze del soggetto, tutelandone il benessere e la salute e riducendo al minimo il rischio di infortuni.

Migliore maschera da sci per bambini

La qualità delle lenti, il materiale, la struttura e le tecnologie applicate alla maschera da sci, sono elementi che possono fare la differenza anche per quanto concerne il prezzo: meglio tuttavia non badare a spese, orientandosi sempre su brand affidabili e dalla comprovata esperienza nel settore, in grado di assecondare facilmente i più elevati standard qualitativi, specie perché a essere coinvolta è la sicurezza del bambino.  

Leggi anche: Maschere da sci con lenti intercambiabili: 3 dritte per scegliere quella giusta per te

Questo elemento è stato inserito in Sci. Aggiungilo ai segnalibri.