Sciatori italiani: ecco i più grandi di tutti i tempi

Sciatori italiani più grandi di tutti i tempi

Questi gli atleti azzurri più famosi e vincenti della storia dello sci alpino

Lo sci è uno sport capace di appassionare milioni di persone in tutto il mondo. In Italia, questo sport ha conosciuto una crescita fin dai primi decenni del secolo scorso, ma è soprattutto negli ultimi 50 anni che ha conquistato una enorme popolarità. E, questo, grazie ad alcuni sciatori formidabili.

In questo articolo scoprirai quali sono stati i campioni di sci italiani più influenti e talentuosi della storia.

Alberto Tomba

Ogni Paese del mondo ha un’icona, una figura al limite del mitologico che rappresenta una disciplina sportiva. In Italia, quando si parla di sci, è impossibile non pensare a lui: Alberto Tomba.

Idolo indiscusso e dominatore dello sci mondiale a cavallo tra gli anni ’80 e i ’90, Alberto Tomba, soprannominato Tomba la Bomba, è considerato da molti lo sciatore italiano più forte della storia. Il campione bolognese è stato capace di ottenere ben 50 vittorie in Coppa del Mondo di sci alpino, ritingendo di azzurro il trofeo vent’anni dopo i successi di Gustavo Thoeni, suo allenatore.

Tomba è stato capace di portare a casa due ori olimpici consecutivi nella stessa specialità (lo slalom gigante), impresa mai riuscita a nessuno fino ad allora. Oltre alle vittorie nel Super-G a Calgary nel 1988 e ad Albertville nel 1992, l’esuberante carabiniere emiliano è riuscito anche nell’impresa di conquistare la medaglia d’oro nello slalom speciale, sempre a Calgary. Nel 1996, quasi a fine carriera, ha vinto ben due ori ai Campionati Mondiali di sci in Spagna nelle stesse specialità in cui trionfò alle Olimpiadi.

Il suo stile spregiudicato e la sua personalità fuori pista lo hanno reso uno dei campioni più amati e discussi dello sport italiano.

Zeno Colò

Nella lista degli sciatori italiani più forti di sempre non può mancare Zeno Colò. Atleta nativo di Cutigliano, in provincia di Pistoia, ha avuto una carriera al di sotto delle sue potenzialità a causa del secondo conflitto mondiale, che gli ha portato via gli anni migliori.

Le sue prime competizioni internazionali risalgono al 1947, anno in cui aveva già 27 anni. Il suo successo più prestigioso è indubbiamente l’oro olimpico nella discesa libera a Oslo nel 1952, anche se il suo nome è legato a un duraturo record mondiale di velocità (detenuto per ben 17 anni) conquistato sul chilometro lanciato al Piccolo Cervino; qui, nel 1947, Colò raggiunse i 160 orari battendo il precedente record di Leo Gasperi (136 km/h).

Coppa del Mondo

Gustavo Thoeni

Già citato prima in quanto ex allenatore di Alberto Tomba, Gustavo Thoeni, altoatesino nativo di Stelvio, è stato un campione assoluto dello sci italiano e mondiale. Nessun italiano prima di lui era mai riuscito a vincere una gara di Coppa del Mondo, competizione che ha vinto per ben 4 volte di cui 3 consecutivamente dal 1971 al 1973 e una nel 1975.

Nei suoi anni migliori è stato capace di conquistare anche due medaglie alle Olimpiadi invernali del 1972 a Sapporo (oro nello slalom gigante e argento nello slalom speciale) e una a quelle del 1976 a Innsbruck (argento nello slalom speciale).

In seguito al suo ritiro, avvenuto nel 1980, ha intrapreso la carriera di allenatore diventando addirittura direttore tecnico della nazionale di sci maschile.

Ancora oggi, Thoeni è indiscutibilmente una delle più grandi leggende di questo sport, e non solo a livello nazionale.

Kristian Ghedina

Sebbene non abbia ottenuto gli stessi successi dei campioni di cui abbiamo parlato in precedenza, Kristian Ghedina è entrato nel cuore dei tifosi italiani sia per la sua storia personale sia per la sua audacia. Specialista della discesa libera, Ghedina ha avuto un inizio di carriera assai complicato, per non parlare delle vicende familiari.

Egli, infatti, ha dovuto fare i conti con una perdita importante all’età di sedici anni quando, nel 1985, sua madre Adriana Dipol (anche lei sciatrice) morì in pista. Pochi anni dopo, nel 1991, Kristian rischiò la vita in un incidente stradale che lo costrinse ad affrontare nove giorni di coma e gli causò vari traumi.

Nonostante queste difficoltà, il campione di Pieve di Cadore riuscì a tornare in pista e a conquistare 13 vittorie in Coppa del Mondo, due argenti (nel 1991 in Austria e nel 1996 in Spagna) e un bronzo (a Sestriere nel 1997).

Tra gli episodi più curiosi legati alle sue entusiasmanti discese c’è una spettacolare spaccata in aria eseguita a Kitzbuhel durante l’ultimo salto prima del traguardo, capace di entusiasmare il pubblico presente.

Piero Gros

Chiudiamo con un’altra leggenda dello sci alpino italiano, ovvero Pierino Gros. Nato nel 1954 a Sauze d’Oulx, in Piemonte, si fece notare molto presto conquistando una vittoria in Coppa del Mondo nello slalom gigante a Val-d’Isère nel 1972, quando aveva solo 18 anni.

Negli anni ’70 fece parte della cosiddetta Valanga Azzurra, termine coniato dal giornalista della Gazzetta dello Sport Massimo Di Marco per definire la nazionale maschile di sci alpino composta, tra gli altri, da Gustavo Thoeni. Ed è proprio al compagno di nazionale che Gros, nel 1974, tolse lo scettro di campione del mondo.

Due anni dopo, alle Olimpiadi di Innsbruck, Pierino vinse l’oro nello slalom speciale ma, negli anni successivi, non riuscì ad andare oltre alla conquista di alcuni podi in Coppa del Mondo. Si ritirò alla giovane età di 28 anni per intraprendere la carriera di commentatore per la TV. Tra le altre cose, ha ricoperto la carica di sindaco del suo paese natale dal 1985 al 1990.

In conclusione

È probabile che leggendo gli aneddoti legati ai più grandi sciatori italiani di tutti i tempi la tua voglia di affrontare una bella discesa sia salita a mille. Non potrebbe essere altrimenti.

Ricorda, però, che, a differenza di quanto facevano alcuni di questi campioni, tu dovresti sempre scendere in pista con un buon casco da sci (eh già, ai tempi di Colò, Gros e Thoeni non si usava). Nel nostro shop online troverai i caschi, le maschere e tutti gli accessori da sci delle migliori marche del settore a prezzi vantaggiosissimi!

Visita subito il nostro sito Botteroski.com!

Photocredit: Volkl

botteroski instagram