Pista da sci indoor: andiamo alla scoperta del primo progetto italiano

Pista da sci indoor

Ecco dove potrebbe sorgere la prima pista da sci artificiale al coperto in Italia

Ti è mai capitato di ritrovarti in mezzo al traffico in pieno agosto, con la temperatura esterna oltre i 35 gradi, e di pensare a quanto sarebbe bello avere il potere del teletrasporto per catapultarti in una bella pista da sci innevata? Fantasie probabilmente diffuse tra tanti amanti dello sci e degli sport invernali in generale.

Beh, tra qualche anno, in Italia, potrebbe nascere un impianto indoor di ultima generazione che ti darebbe la possibilità di sciare anche d’estate. In questo articolo scoprirai il progetto dello Ski Dome di Arese e le caratteristiche che potrebbe avere.

Il progetto della pista da sci indoor di Arese, a due passi da Milano

Diciamo la verità: niente è paragonabile a una bella sciata all’aria aperta con la montagna a far da contorno. Bisogna riconoscere, però, che in tanti posti non è possibile praticare lo sci o lo snowboard durante la stagione primaverile ed estiva.

Esclusi i pochi fortunati che abitano in prossimità dei ghiacciai e delle cime perennemente innevate, la maggior parte degli appassionati di sport invernali non ha la possibilità di sciare tutto l’anno.

È anche per questa ragione che in Lombardia si parla da tempo dell’eventualità di costruire un impianto sciistico artificiale indoor. L’idea di realizzare un’opera simile è stata proposta per la prima volta nel 2016 nell’ambito della riqualificazione dell’ex area industriale di Arese, sede dei vecchi stabilimenti dell’Alfa Romeo.

E sarebbe proprio questa l’ubicazione ideale per lo Ski Dome, struttura che – stando al progetto – ospiterebbe un percorso ricoperto di neve artificiale di 350 metri con un dislivello e una larghezza di 60 metri. Il tutto, completamente al coperto.

Sebbene nel 2019 questo progetto sia stato momentaneamente accantonato, negli ultimi tempi l’ipotesi di riconsiderarlo sta prendendo piede, incentivata anche dal fatto che il capoluogo meneghino ospiterà – in collaborazione con Cortina d’Ampezzo – le Olimpiadi Invernali del 2026.

Ecco dove è possibile sciare al chiuso

Le tempistiche ipotizzabili e l’utilità di una pista da sci al chiuso

L’assegnazione dei prossimi Giochi Olimpici Invernali ha contribuito non poco alla riconsiderazione di questo interessante progetto che interesserebbe ben quattro comuni. In merito alla riqualificazione della zona industriale, la Regione Lombardia ripreso in mano l’accordo di programmazione nel marzo del 2021; pertanto, allo stato attuale non si hanno certezze circa la sua effettiva realizzazione e relative tempistiche.

Quel che è certo è che le voci provenienti dal mondo politico fanno ben sperare. Una su tutte, quella di Antonio Rossi, sottosegretario della Regione lombarda con delega allo sport e ai grandi eventi. Queste le sue dichiarazioni a riguardo.

La costruzione ad Arese dello Ski Dome potrebbe aprire importanti prospettive sportive e turistiche per Milano e tutta la Lombardia, e potrebbe, inoltre, assumere un’interessante valenza in chiave olimpica. La pista al chiuso da realizzare all’interno del palazzo dello sci potrebbe, infatti, essere utilizzata per allenamenti mirati, effettuabili 365 giorni l’anno, e per test delle squadre nazionali olimpiche e paralimpiche, impegnate nel 2026 sulle nevi della Valtellina.”

Sempre a detta di Antonio Rossi, la realizzazione di tale opera potrebbe fungere da centro di addestramento per lo sci alpino, senza contare l’utilità per i cittadini milanesi e lombardi, i quali potrebbero disporre di una struttura per sciare tutto l’anno.

Certo, la strada da percorrere è tanta. Ma le prospettive, soprattutto grazie alle Olimpiadi, sono più che buone.

Dove si può sciare al chiuso nel mondo? I tre impianti più famosi

Lo Ski Dome consentirebbe alla città di Milano di ampliare notevolmente la propria offerta turistica con un genere di intrattenimento che sta riscontrando grande successo in altre località del mondo.

In attesa di novità a riguardo, vediamo quali sono le piste da sci indoor più belle e importanti in giro per il globo.

Dubai

L’impianto sciistico artificiale al chiuso più famoso del mondo si trova negli Emirati Arabi Uniti, ovviamente a Dubai. Questa struttura, chiamata Ski Dubai, occupa più di 22 chilometri quadrati e dispone di due percorsi di diversa difficoltà, entrambi lunghi circa 400 metri.

Il complesso è dotato anche di una seggiovia e uno skilift che consentono agli sciatori di raggiungere le piste, uno snowpark e una fedele riproduzione di un rifugio alpino. Inoltre, al suo interno sono presenti anche una scuola di sci e una pista per lo slittino. Il tutto, nel cuore di una città stretta tra mare e deserto.

Olanda

In Olanda, o – per meglio dire – nei Paesi Bassi, esistono diversi impianti da sci artificiali. Facile capire il motivo, dato che qui le montagne non sono esattamente di casa. Il centro sportivo indoor per lo sci più grande della terra dei tulipani e dei mulini a vento è lo Snow World di Landgraaf.

Questo Ski Dome, all’interno del quale è possibile accedere anche negli orari notturni, è dotato di una pista lunga 520 metri, di uno snowpark ben attrezzato e di un percorso di arrampicata.

Germania

Lo Ski Dome più grande del mondo si trova in Germania, precisamente nella regione della Ruhr. Il Bottrop Alpincenter dispone di svariate attrazioni, la principale delle quali è una pista lunga 640 metri. Oltre alle aree destinate agli sport invernali (incluso uno snowpark) questo grande impianto indoor è famoso anche per la presenza di un simulatore di skydiving.

In conclusione

Per adesso, nel nostro Paese non è possibile praticare lo sci indoor. Tuttavia, nell’arco alpino ci sono diversi ghiacciai in cui è possibile sciare 365 giorni all’anno. E niente è più emozionante di una bella discesa su una pista di montagna.

Una cosa è certa: per sciare nelle migliori condizioni ti servirà l’attrezzatura adatta. Nel nostro negozio online troverai tutto ciò che ti serve per andare a sciare, a fare snowboard o sci alpinismo a prezzi convenientissimi.

Ti aspettiamo su Botteroski.com!

Photocredit: Rossignol

botteroski instagram