Ti presentiamo la fat bike elettrica pieghevole che NON fa per te, a meno che…

fat bike elettrica pieghevole

Conosciamo la fat bike elettrica pieghevole: ecco perché in tante occasioni non è la scelta ideale.

Elettrica, pieghevole e dalle ruote grosse: stiamo parlando di una particolare categoria di fat bike poco conosciuta, che spesso conquista la curiosità dei ciclisti inesperti.

Le cosiddette “bici grasse” o “bici ciccione”, specialmente nella versione elettrica e pieghevole potrebbero far pensare alla soluzione ideale per gli spostamenti in città.

In realtà non c’è niente di più sbagliato.

In questo articolo vogliamo chiarire perché la fat bike elettrica pieghevole in tanti casi non è la soluzione ideale e quando invece può essere utile sceglierla.

Fat bike elettrica pieghevole ruote

Fat bike: ecco che cosa sono le “strane” biciclette dalle ruote grosse.

Le fat bike sono delle biciclette che si contraddistinguono per le loro ruote particolarmente grosse.

Per renderle più facili da trasportare e per facilitare la pedalata nei contesti più difficili, col passare del tempo è nata anche la loro versione pieghevole ed elettrica.

Ma quali sono le caratteristiche principali delle fat bike elettriche pieghevoli?

Prima di tutto occorre specificare che questa tipologia di bici è nata per poter pedalare nei terreni caratterizzati da scarsa aderenza, infatti i primi due prototipi sono stati ideati uno per la neve e l’altro per la sabbia.

La superficie di queste particolari ruote riesce a ricoprire una fetta di suolo maggiore rispetto a quelle delle classiche biciclette, e la bassa pressione con la quale vengono gonfiate, le consente in un certo senso di “galleggiare” nei terreni meno compatti.

Queste due caratteristiche delle ruote, fanno si che l’aderenza al suolo della bici generi molto più attrito rispetto alle classiche biciclette elettriche.

Questo fatto comporta la necessità di dover utilizzare molta forza per muovere i pedali, ma ha dato vita anche all’idea di dotare le classiche fat bike di motore.

Ma acquistare una fat bike elettrica pieghevole è sempre una buona idea?

Vediamo i diversi casi di utilizzo più frequenti.

Leggi anche: Le bici corsa elettriche sono davvero in grado di rivoluzionare il mercato? Ecco come stanno le cose.

Spostamenti in città? Gite in campagna? Ecco i contesti in cui la fat bike elettrica pieghevole non fa al caso tuo.

Come già accennato la categoria delle fat bikes nasce per poter affrontare i terreni caratterizzati da scarsa aderibilità.

Il fatto che esista la versione pieghevole ed elettrica però potrebbe confondere le idee, facendo pensare che si potrebbe trattare di un’ottima soluzione anche per la città.

In realtà acquistare una fat bike elettrica pieghevole per l’utilizzo cittadino sarebbe una scelta insensata, ed i motivi sono facilmente individuabili.

La scelta ideale per la città dovrebbe essere una bicicletta facile da utilizzare in mezzo al traffico, e talvolta anche per affrontare salite e discese.

Le fat bike, per via della conformazione e della pressione delle loro gomme, sull’asfalto risultano davvero complicate da utilizzare, perché l’attrito risulta sul terreno risulta essere eccessivo e per muovere i pedali occorre utilizzare molta più forza del normale.

Questo significa che se anche la fat bike è dotata di motore, utilizzarla in città vorrebbe dire sprecare energia elettrica inutilmente per ottenere le prestazioni di una classica bicicletta.

Quindi per la città la scelta migliore rimane una city-bike elettrica, che a motore spento risulta già più semplice da utilizzare rispetto alla fat bike.

Stesso discorso vale per l’utilizzo nella maggior parte dei contesti fuori città: ci sono categorie di mountain-bike elettriche, che sono molto più indicate per essere utilizzate in campagna o in montagna (come le trek-bike che trovi in vendita anche su Botteroski.com).

Dunque non farti influenzare dalla presenza del motore o della possibilità di piegare questa categoria di “bici grasse”, ma ricorda che per i classici contesti urbani ed extraurbani esistono delle bici elettriche molto più indicate.

Ma allora quando è il caso di utilizzare una e-fat bike pieghevole?

Fat bike elettrica pieghevole o bici da città

Fat bike elettrica pieghevole e giusti contesti di utilizzo.

Ora che conosci i contesti in cui una bici elettrica pieghevole della categoria “fat bike” non è l’ideale, ti starai certamente chiedendo quando invece si può rivelare una risorsa utile.

I contesti ideali per utilizzare le “bici grasse” sono i terreni cosparsi di neve, la sabbia o i terreni simili ai letti dei fiumi (particolarmente sassosi ed irregolari).

La superficie grossa delle gomme, sommata alla bassa pressione con la quale vengono gonfiate, fa sì che la bici non affondi quando passa sulla neve o sulla sabbia. Sui terreni cosparsi da ciottoli invece, queste caratteristiche conferiscono alla bici maggior equilibrio.

Quindi la fat bike elettrica pieghevole non fa al caso tuo, a meno che non ti debba muovere nei contesti appena citati.

Leggi anche: Ecco le migliori bici elettriche 2020 suddivise per fasce di prezzo!

Fat Bike elettrica pieghevole: in conclusione.

Dunque le bici a ruote grosse, nonostante possano incuriosire, si possono considerare un acquisto azzeccato solo per utilizzi particolari.

In tutti gli altri casi è consigliabile acquistare una e-bike da città o una mountain bike (generica o specifica per i contesti di utilizzo).

Nel nostro store on-line Botteroski.com troverai certamente la soluzione ideale per le tue necessità, ma se hai qualche dubbio sulla scelta da fare, puoi contare sulla nostra assistenza attiva tutti i giorni, pronta a chiarirti qualsiasi dubbio.

Sfoglia oggi stesso il nostro catalogo di bici elettriche e non, proposte dai migliori marchi: potrai ricevere quella che preferisci comodamente a casa tua, e approfittando di un sistema di pagamento sicuro e affidabile!