Le bici corsa elettriche sono davvero in grado di rivoluzionare il mercato? Ecco come stanno le cose.

Biciclette da corsa elettriche Botteroski

Biciclette da corsa elettriche: scopriamo se stanno avendo successo e perché.

Negli ultimi tempi le biciclette elettriche o e-bike si sono diffuse tantissimo, infatti sia in città che fuori, ti capiterà spesso di vedere dei ciclisti a bordo di una bici a pedalata assistita.

Le e-bike si sono rivelate un’ottima soluzione sia per gli spostamenti urbani, che per affrontare le gite fuori porta, perché offrono l’assistenza ideale per poter percorrere anche sentieri più lunghi, diminuendo la fatica.

Ma gli sportivi che cosa pensano riguardo alle e-bike?

Qui vogliamo approfondire proprio il discorso sulle biciclette da corsa elettriche, per capire se stanno avendo successo o meno, e per quale motivo.

Ma prima ecco qualche nozione sulle e-bike in generale.

Biciclette da corsa elettriche gara

Bici elettriche: negli ultimi tempi un successo come mai prima.

Le classiche biciclette sono sempre state apprezzate da grandi e piccini, perché rappresentano un ottimo modo per spostarsi mentre si fa attività fisica e spesso farlo è anche molto divertente.

Negli ultimi tempi però, la categoria che ha avuto maggior successo è quella delle biciclette elettriche o e-bike, e questo avvenimento si può ricollegare a vari motivi.

Eccone alcuni:

  • si tratta di mezzi ecologici, che permettono di muoversi anche in città, senza emissioni dannose per l’ambiente;
  • ricaricare la batteria della e-bike costa meno che rifornire l’auto o la moto;
  • in città permettono di dire addio alle lunghissime code in mezzo al traffico e alle disperate ricerche del parcheggio;
  • rispetto alle classiche biciclette consentono di percorrere anche dei tragitti più lunghi, grazie al meccanismo di pedalata assistita, che limita la fatica della pedalata tradizionale;
  • invogliano al movimento anche i ciclisti reduci da infortuni, gli anziani o chi ha difficoltà ad utilizzare la classica bici.

Oltre a questo bisogna considerare che il mondo delle e-bike abbraccia tantissime sotto-categorie, ognuna delle quali può trarre un vantaggio differente dalla pedalata assistita.

Leggendo questa lista di motivi risulta già molto più semplice capire perché dal 2004 ad oggi la vendita di e-bike ha avuto una crescita vertiginosa, come mai prima nella storia.

In particolare anche il 2020 ha visto aumentare esponenzialmente gli acquisti delle bici elettriche, certamente perché sono mezzi molto amati, ma anche per via delle agevolazioni fiscali offerte dallo Stato.

Dunque in generale si può dire che la categoria delle bici elettriche ha rivoluzionato il mercato delle due ruote, conquistando ciclisti di tutte le generazioni e di entrambi i sessi.

Ma oltre alle city-bike elettriche e le e-mtb, si può dire che abbiano avuto lo stesso successo anche le biciclette da corsa elettriche?

Vediamo che cosa dicono le statistiche.

Leggi anche: Ecco le migliori bici elettriche 2020 suddivise per fasce di prezzo!

Biciclette da corsa elettriche: una categoria ancora poco apprezzata.

Al contrario di quanto è avvenuto con le altre categorie (city bike o mountain-bike elettriche), le biciclette da corsa a pedalata assistita non hanno riscosso tanto successo da parte dei ciclisti della loro categoria di appartenenza.

Infatti le statistiche e le indagini di mercato del settore, evidenziano che mentre le altre categorie di e-bike dal 2004 ad oggi hanno acchiappato una grossa fetta di mercato, la vendita delle bici da corsa elettriche è rimasta stabile, e in alcuni periodi è addirittura diminuita.

Le cause di questo fenomeno potrebbero essere tante, ma probabilmente si possono sintetizzare in qualche punto:

  • Resistenza.
    Chi utilizza le bici da corsa (o da strada) solitamente è un ciclista che ama mettersi alla prova testando la propria resistenza (obbiettivo che con la presenza di un motore non sarebbe possibile raggiungere);
  • Sfida contro il tempo.
    Gli sportivi del ciclismo, oltre alla resistenza, si allenano per riuscire a percorrere dei tragitti nel minor tempo possibile (tenendo in considerazione anche i secondi).

Con l’utilizzo di un motore è evidente che valutare i progressi e misurarsi con sé stessi diventi impossibile, quindi per la maggior parte degli sportivi, parlare di bici da corsa elettriche è in un certo senso una contraddizione.

Dunque il poco successo di questa categoria di e-bike si può ricondurre al fatto che la maggior parte degli sportivi delle due ruote, consideri in qualche modo insensata l’introduzione di un motore elettrico nelle bici utilizzate in questo contesto.

Nonostante la maggior parte degli sportivi continui ad utilizzare le classiche bici da corsa però, c’è qualcuno che le acquista.

Vediamo perché.

Biciclette da corsa elettriche o classiche

Clienti delle e-bike da corsa: ecco chi sono.

Se la presenza di un motore può essere un ostacolo per raggiungere gli obbiettivi dei ciclisti più sportivi, viene spontaneo chiedersi chi sono i ciclisti che hanno deciso di acquistare le bici elettriche di questa categoria.

In questo senso è difficile individuare a quale categoria in particolare corrispondano questi acquirenti, però si possono analizzare le motivazioni che hanno spinto alcune persone a fare questa scelta. Eccone alcune:

  • Alcuni ciclisti hanno deciso di acquistare una bici da corsa elettrica per viverla in contesto più simile al cicloturismo. Grazie alle e-bike da strada infatti, è possibile faticare meno in salita e nei sentieri più tortuosi, ma tenendo la tipica postura da bici da corsa.
  • La scelta di acquistare questa tipologia di bici, talvolta viene fatta anche da chi non ha più tanto tempo da dedicare all’allenamento, ma non si vuole privare delle uscite con i compagni di squadra o di avventure.
  • Anche alcuni atleti in fase di recupero post-infortunio talvolta hanno optato per l’acquisto di una bicicletta da corsa elettrica. In questo modo hanno avuto la possibilità di riiniziare ad allenarsi con la postura corretta (tipica delle bici da strada), ma dosando gli sforzi gradualmente.

Dunque in alcuni casi acquistare una e-bike da corsa potrebbe essere utile, ma se ami metterti alla prova per sfidare i tuoi limiti e crescere nell’ambito sportivo, probabilmente la classica bici da corsa rimane la scelta migliore.

In tutti gli altri casi, prima di acquistare una bicicletta elettrica di questa categoria, valuta bene le tue necessità.

Considera che il prezzo di una e-bike da corsa di buona qualità si aggira attorno ai 3000 euro, e a questo prezzo potresti acquistare una bici elettrica della categoria Gravel (come quelle che trovi su Botteroski.com), più versatile e pratica.

Leggi anche: Bici con ruote grosse: quando fanno al caso tuo e quando no.

Biciclette da corsa elettriche: in conclusione.

Come hai potuto leggere, le biciclette da corsa elettriche sono una categoria che ricopre ancora un ruolo marginale nella fetta del mercato delle e-bike.

Capire se in futuro avranno successo è ancora difficile, ma i progressi della tecnologia talvolta riescono a conquistare anche i gusti più difficili.

Per ora ciò che possiamo affermare è che i ciclisti più sportivi continuano a preferire le biciclette da corsa classiche, mentre quelle elettriche hanno conquistato solo una minoranza di utenti.

Se anche tu sei affascinato dal mondo delle biciclette elettriche ti consigliamo di visitare il nostro store on-line Botteroski.com.

Nel nostro negozio potrai trovare la bici elettrica più adatta alle tue necessità, scegliendo tra mountain-bike elettriche, e-city bike e le altre categorie, proposte dai migliori marchi.

Visita oggi stesso lo store Botteroski.com e scegli di fare un acquisto sicuro, ricevendo la bici elettrica che preferisci direttamente a casa tua!