Come scegliere la maschera da sci senza sbagliare

come scegliere la maschera da sci

Ecco quali caratteristiche dovresti considerare nell’acquisto di una maschera da sci

Che tu sia un amante dello sci nordico, dello sci di fondo o dello sci alpinismo, concorderai sul fatto che tra gli accessori più importanti per potersi garantire un’esperienza sulla neve sicura e gratificante c’è la maschera da sci.

Questo oggetto, infatti, è fondamentale per godersi una discesa o qualsiasi altra attività in pista e fuoripista con una perfetta visibilità e senza esporre gli occhi a diversi pericoli.

Dal momento che in alta quota i raggi UV sono più forti e il loro riflesso sulla neve risulta particolarmente intenso, una buona maschera assicura un’adeguata protezione da essi. 

Ma non solo!

Indossare una maschera di qualità garantisce protezione anche dal vento, dai frammenti di neve o ghiaccio che possono finire sugli occhi irritandoli o lesionandoli, e ripara quest’area sensibile in caso di caduta.

Stai per procedere all’acquisto della tua prima maschera da sci o devi sostituirne una vecchia? 

Ecco cosa dovresti considerare.

La scelta delle lenti per tutte le condizioni climatiche

Un primo fattore importante di cui dovresti tener conto quando si parla di maschere da sci sono le lenti. Quando si va a sciare in montagna si possono trovare condizioni atmosferiche di vario tipo, e non è raro che queste cambino nell’arco della stessa giornata.

Per non farti trovare impreparato e poterti assicurare sempre la migliore esperienza di sciata, potresti valutare di portare con te almeno due tipi di maschera da alternare in base al clima che trovi, o di acquistare una maschera con lenti intercambiabili.

Esistono vari tipi di lenti, adattabili alle diverse situazioni climatiche che si possono incontrare in montagna. 

Ecco come riconoscerle.

Per le giornate soleggiate e per le sortite estive nei ghiacciai, le lenti più adatte sono quelle scure e specchiate, che grazie alla loro funzione antiriverbero filtrano molto bene i raggi solari.

In caso di brutto tempo (pensiamo a giornate nevose, nebbia o visibilità non ottimale) o per le sciate notturne, le lenti ideali sono invece quelle molto chiare, che garantiscono un buon contrasto e accentuano la luminosità anziché filtrarla.

Per le giornate nuvolose e cupe in cui, pur non essendoci precipitazioni, la luminosità è piuttosto bassa, le lenti più appropriate sono quelle di colorazione chiara, ad esempio quelle gialle o arancioni.

Ci sono poi le lenti intermedie, che si adattano a condizioni di luminosità e visibilità non estreme né in un senso né nell’altro: proteggono a sufficienza in caso di sole e assicurano una discreta visibilità in condizioni non ideali.

maschere da sci

Quali altri fattori considerare in merito alle lenti?

Una caratteristica riguardante le lenti di cui bisogna tener conto quando si valuta l’acquisto di una maschera da sci è quella della loro struttura: in commercio puoi trovare maschere con lenti sferiche e maschere con lenti cilindriche.

Ma in cosa differiscono?

Fondamentalmente nel tipo di curvatura.

Le lenti sferiche sono caratterizzate da una curvatura sia verticale che orizzontale, che consente di ridurre le distorsioni al minimo.

Le lenti cilindriche invece sono lineari verticalmente e presentano una bombatura solo orizzontalmente, e si distinguono per una possibilità di visione periferica più ampia.

Ma non finisce qui! La scelta della maschera può essere influenzata anche da altre peculiarità.

Una di queste è la polarizzazione: la lente polarizzata offre allo sciatore alcuni vantaggi, come ad esempio una nitidezza maggiore e la riduzione dei riflessi.

Una lente può essere poi anche fotocromatica, e in questo caso si distingue per l’adattabilità: questa lente, infatti, diventa più scura o più chiara in maniera automatica in base alla luminosità del momento.

Un altro aspetto molto importante è quello che riguarda il trattamento antiappannamento.

Le lenti doppie sono di gran lunga le più apprezzate dalla maggior parte degli sciatori, per due motivi principali:

  • garantiscono una maggiore resistenza agli urti (e quindi maggiore sicurezza);
  • prevengono l’appannamento tipico di una lente unica, causato dalla differenza di temperatura tra l’esterno e l’interno della maschera.

Ovviamente scegliere le lenti giuste fa la differenza, ma prima di procedere alla ricerca della tua prossima maschera ricordati che ci sono alcuni altri aspetti da considerare.

Vediamoli subito!

Dimensioni, adattamenti e forme: cosa devi sapere

Poiché la maschera va indossata per svolgere un’attività di movimento, non basta che le sue lenti siano le migliori per le tue necessità visive, ma deve essere anche comoda e adattabile a diverse situazioni.

Spieghiamoci meglio.

Quando indossi una maschera da sci devi valutare che il posizionamento sul tuo volto sia stabile e non ti crei fastidio: e questo dipende sia dalla forma della montatura che dalla conformazione del rivestimento interno in schiuma.

Un ulteriore aspetto a cui devi fare attenzione è l’adattabilità al tuo casco: devi poter indossare la maschera senza che questo ne influenzi la stabilità e la comodità. 

In merito a queste ultime caratteristiche svolge una funzione molto importante la fascia elastica, che garantisce maggiore tenuta quando è dotata di inserti antiscivolo.

Qualora invece dovessi avere problemi di vista, dovresti accertarti che il tuo modello di maschera consenta l’inserimento di lenti da vista all’interno della montatura.

In conclusione

Confidando che dopo la lettura di questo articolo tu abbia in tasca molte più informazioni sulle caratteristiche che dovrebbe avere la maschera da sci ideale, ti invitiamo a far visita al nostro shop online.

Al suo interno puoi trovare un’infinità di modelli di maschere da sci per uomo, donna e bambino, oltre a tutti i capi di abbigliamento da sci, attrezzature e accessori vari.

Ti aspettiamo su www.botteroski.com.

botteroski instagram
Questo elemento è stato inserito in Sci. Aggiungilo ai segnalibri.