Come togliere la sciolina dagli sci in 3 semplici mosse

Ecco come togliere la sciolina dagli sci

Scopri, passo per passo, come rimuovere la sciolina dai tuoi sci

Ti sei appassionato al mondo dello sci da poco e hai finalmente deciso di acquistare un paio di sci tutti tuoi per le prossime uscite invernali in montagna?

Sarai senz’altro emozionato e soddisfatto ma, come spesso accade quando ci si avventura in nuovi hobby, ti starai domandando come mantenere la tua nuova attrezzatura nel miglior modo possibile.

La manutenzione degli sci è un aspetto fondamentale non solo per far sì che durino più a lungo, ma anche per avere un’esperienza di sciata sempre confortevole e sicura; quindi fai bene a porti certe domande.

Una di queste potrebbe essere: “Come procedere alla rimozione della sciolina dalle solette?”

In questo articolo scoprirai come farlo nel modo giusto.

Le procedure per rimuovere la sciolina e l’occorrente per farlo

La sciolinatura è un’operazione molto importante, in quanto permette allo sci di scorrere agevolmente sulla neve e di proteggere dallo sporco e dall’usura i materiali porosi che lo compongono.

La sciolina, infatti, è un mix di resine, fluoro e idrocarburi che, opportunamente applicato sulla soletta, viene assorbito dai pori della sua superficie e garantisce protezione e scorrevolezza.

Dopo un certo numero di sciate, a seconda del tipo di sciolina utilizzata, questo strato protettivo perde efficacia, dunque si rende necessaria la sua rimozione e una nuova applicazione.

Per togliere la sciolina sono necessarie 3 mosse:

  • la pulizia della soletta;
  • la spazzolatura;
  • la spatolatura.

È opportuno precisare che la pulizia deve avvenire nella prima fase della manutenzione, mentre la spatolatura si esegue una volta applicata la nuova sciolina.

E la spazzolatura?

Questa procedura si esegue sia prima che dopo, come scoprirai a breve.

Prodotti per la sciolinatura degli sci

Gli utensili e i prodotti di cui dovrai servirti per togliere la sciolina sono:

  • una spazzola in ottone;
  • uno straccio o un rotolo di carta;
  • un solvente;
  • una spazzola di crine;
  • una spatola in plexiglass.

Per effettuare la manutenzione degli sci è necessario disporre di un luogo adeguato, come un garage o un magazzino, a patto che vi sia un’aerazione sufficiente a disperdere le esalazioni del solvente e le polveri della sciolina.

Inoltre, per poter procedere a tale operazione, è importante avere un buon punto d’appoggio per gli sci, come, ad esempio, un banco da lavoro con delle morse o un paio di cavalletti.

La rimozione della sciolina vecchia

Bene.

Se disponi di tutto l’occorrente, la prima cosa da fare è posizionare lo sci sul piano di lavoro o sui cavalletti e fissarlo, preferibilmente senza gli attacchi, con la soletta rivolta verso l’alto.

Dopo i vari utilizzi, la superficie inferiore sarà sporca e usurata a causa del contatto con la neve, perciò il passaggio fondamentale a cui dovresti provvedere è quello di eseguire un’attenta pulizia della soletta.

Per farlo, impregna uno straccio pulito o una quantità considerevole di carta con il solvente e procedi alla rimozione della sporcizia e della vecchia sciolina presenti sullo sci.

Una volta completata la pulizia ed esserti assicurato che la soletta sia perfettamente asciutta, utilizza la spazzola in ottone per eliminare con dei movimenti energici gli ultimi residui di sciolina ancora presenti.

Al termine della spazzolatura, pulisci nuovamente la soletta con uno straccio o con la carta in modo che sia pronta per l’applicazione della nuova sciolina.

La procedura corretta per togliere la sciolina in eccesso dopo la sciolinatura

Anche dopo la sciolinatura è necessario rimuovere la sciolina.

Sì, perché una volta distribuita la sciolina nuova in maniera omogenea sulla soletta, i materiali porosi che compongono lo sci assorbono solo una parte del prodotto.

Quello in esubero si solidifica e crea uno strato superficiale simile a una pellicola, che deve essere eliminato per evitare che la sciata venga compromessa.

È giunto il momento di armarti di spatola e di iniziare a passarla in maniera decisa sulla soletta, avendo cura di procedere sempre nello stesso senso.

Affinché l’operazione sia semplice ed efficace, provvedi sempre a limare la spatola prima di ogni utilizzo.

Terminata questa fase, entra nuovamente in scena la spazzola, stavolta quella di crine.

Procedendo sempre nella solita direzione, dalla coda alla punta dello sci, inizia a spazzolare energicamente: noterai la comparsa di una polverina, che altro non è che un ulteriore strato di sciolina in eccesso “sopravvissuto” alla spatolatura.

Concludi il tutto con un’ulteriore pulizia superficiale mediante l’uso di un panno.

Ora che la soletta è perfettamente sciolinata, il tuo sci è pronto per un nuovo utilizzo.

In conclusione

Seguendo questi passaggi, con un po’ di pratica sarai in grado di prenderti cura dei tuoi sci in maniera autonoma.

Ti ricordiamo che su Botteroski.com puoi trovare tutte le attrezzature per la rimozione della sciolina, oltre agli accessori per lo sci e ai capi di abbigliamento da sci dei brand più conosciuti.

Vieni a trovarci!

botteroski instagram
Questo elemento è stato inserito in Sci. Aggiungilo ai segnalibri.