Scarpe per correre: Queste le 5 caratteristiche da conoscere per fare la scelta giusta.

Scegli le scarpe per correre migliori.

Hai dei dubbi su come scegliere le tue prossime scarpe per correre? Ecco 5 importanti dettagli da tenere in considerazione per il tuo prossimo acquisto.

La corsa è una delle attività sportive più amate da sempre, da adulti, ragazzi e bambini di entrambi i sessi.

Si tratta di uno sport dinamico, che libera la mente e che può essere praticato in tanti contesti e in qualsiasi periodo dell’anno (al contrario dello sci e dello sci alpinismo).

L’attrezzatura necessaria per correre non è tanta, ma se si vogliono ottenere le prestazioni ottimali è importante fare attenzione ad alcuni dettagli, in particolare quando si scelgono le scarpe da running.

Tu sai come scegliere le scarpe per correre migliori

Conosci le linee guida per poter acquistare delle scarpe comode, performanti ed in grado di sollecitare muscolatura e articolazioni nel modo corretto?

Se hai qualche dubbio sull’argomento continua a leggere, perché qui troverai 5 delle principali caratteristiche da conoscere per scegliere le tue prossime scarpe da corsa ideali.

Ecco che cosa considerare.

Scarpe per correre.

1- Come corri? Considera l’appoggio del piede.

Quando si scelgono un paio di scarpe per correre, più che badare all’aspetto e alla marca è importante considerare la propria forma del piede, il tipo di appoggio e lo stile di corsa.

Un po’ come quando si scelgono gli scarponi da sci: non si tratta solo di abbigliamento, ma di veri e propri strumenti che possono incidere notevolmente sulle prestazioni dell’atleta.

Ma come procedere per scegliere le scarpe da running in base all’appoggio del piede?

La prima cosa che potresti fare è dare un’occhiata alle tue vecchie scarpe, controllando quali sono le parti della suola maggiormente consumate.

Infatti il modo in cui i tuoi piedi entrano a contatto con il terreno ti permetterà di scegliere le scarpe della conformazione ideale, in modo da evitare di creare futuri problemi ed infortuni.

In linea generale le tipologie di appoggio del piede si possono dividere in tre categorie:

  • Neutro.
    Si tratta del naturale appoggio del piede al terreno, e cioè un caso in cui il piede non tende in particolar modo ad appoggiarsi né da un lato né dall’altro.
    Questo tipo di appoggio non incide sulla scelta della scarpa, pertanto ti potrai concentrare solo sulle caratteristiche di cui ti parleremo nei prossimi paragrafi.
  • Pronazione.
    I runner che durante la corsa tendono a ruotare il piede verso l’interno, vengono definiti pronatori. In questo caso le suole delle scarpe si consumano prevalentemente nel lato interno.
    Esistono scarpe da corsa realizzate appositamente per correggere questo tipo di appoggio. Infatti, per evitare di peggiorare gli eventuali problemi causati da una cattiva postura, è importante scegliere delle scarpe “stabilizzate” in caso di media-pronazione, mentre quelle a “movimento controllato” in caso di moderata o alta pronazione. 
  • Supinazione.
    La postura del runner che tende a ruotare il piede verso l’esterno invece, si chiama “supinazione”. In questo caso la suola delle scarpe risulta visibilmente più consumata nel lato esterno, in quanto il peso del corpo viene scaricato per la maggiore in questa zona.
    Il nostro consiglio è di scegliere una scarpa non eccessivamente leggera con un grado di ammortizzazione medio

Se non hai delle vecchie scarpe da corsa per verificare in che modo si è consumata la suola, ma vuoi essere certo di fare l’acquisto ideale in base al tuo tipo di appoggio, potresti fare il test di pronazione.

Ti basterà versare dell’acqua in un recipiente piatto, poggiare la pianta del piede, per poi poggiarlo su un foglio di carta pesante.

In base all’impronta lasciata potrai ottenere delle informazioni utili sulla tua postura.

Leggi anche: Felpe da snowboard impermeabili: ecco le caratteristiche che le rendono insostituibili.

2 – Ammortizzazione delle scarpe da corsa: ecco in base a cosa sceglierla.

Un altro aspetto molto importante da valutare quando si acquistano le scarpe da corsa è l’ammortizzazione, ovvero la capacità delle scarpe di attutire il peso del corpo scaricato sul terreno durante la corsa.

Le scarpe da running infatti possono avere diversi gradi di ammortizzazione, che dipendono prevalentemente dal peso e dalle dimensioni della suola:

  • più la suola e la scarpa stessa sono leggere e minore sarà il potere di “ammortizzare” il peso dell’atleta;
  • se una scarpa è dotata di una suola più grande e più pesante invece, sarà in grado di offrire al piede del runner una maggiore ammortizzazione e un maggior sostegno del suo peso corporeo.

Per i motivi appena elencati consigliamo a chi ha un peso corporeo abbastanza elevato di fare maggiore attenzione all’ammortizzazione delle scarpe da corsa, ma anche a chi con la corsa è solo agli inizi. In questo modo è possibile limitare le sollecitazioni e gli stress elevati al piede.

In questo senso, anche chi è avanti con l’età dovrebbe prestare maggiore attenzione alle sollecitazioni del terreno troppo “violente”. Per i ragazzi possono andar bene anche delle scarpe con media o bassa ammortizzazione, mentre per gli anziani è consigliabile puntare su calzature ben ammortizzate.

3- Dove corri? Attenzione alla tipologia di terreno.

Sappiamo bene che la corsa può essere praticata in città, in campagna o su sentieri irregolari, oppure addirittura su un tapis-roulant.

Ma il terreno di corsa può incidere sulla scelta delle scarpe da corsa

Certamente si!

Le scarpe per correre in montagna, sull’asfalto o su altre superfici possono essere molto diverse tra di loro. Ecco che cosa valutare:

  • Corsa su asfalto.
    Le scarpe per correre su asfalto, in città o sulle piste da corsa devono essere dotate di una buona ammortizzazione, ma devono anche essere leggere e flessibili. Infatti è importante che su questo tipo di percorsi le scarpe da running siano in grado di attutire le continue sollecitazioni dell’impatto che si crea nell’atterrare ripetutamente su superfici dure e piane.
  • Corsa su percorsi off-road.
    Le calzature da corsa da utilizzare per allenarsi fuori città vengono chiamate “scarpe da trail-running”.
    Si tratta di calzature ideate per essere utilizzate sui percorsi irregolari – in cui è possibile trovare pietre, fango e radici – in cui i tratti asfaltati non superano il 20% della lunghezza totale del percorso
    Queste calzature sono dotate di un’ottima stabilità -per prevenire le posture scorrette sui terreni irregolari – di un livello medio di ammortizzazione e di un buon livello di protezione per la pianta.
  • Corsa sul tapis-roulant.
    Per chi è solito correre in palestra o in casa con l’utilizzo di un tapis roulant, la scelta ideale è quella di optare per scarpe leggere e non troppo ammortizzate.
    Naturalmente come consigliato nel paragrafo precedente, quando si sceglie il tipo di ammortizzazione è importante valutare il proprio peso, il proprio livello di allenamento e la propria età.
Scarpe per correre in montagna (trail-running).

4 – Comfort di utilizzo: attenzione alle misure. 

Oltre ai consigli sopra elencati naturalmente, al momento della scelta delle tue prossime calzature da running, dovresti prestare molta attenzione al comfort, che dipende dalla forma e dalla misura della scarpa.

Ecco qualche consiglio:

  • Misura lunghezza e larghezza del tuo piede.
    Questa pratica può essere molto utile quando si decide di ordinare le scarpe da corsa on-line. Infatti anche se il numero e la tipologia di scarpa sono gli stessi, spesso da marchio a marchio è possibile notare delle differenze per quanto riguarda le dimensioni. Misurando esattamente il tuo piede sarai in grado di valutare se potrebbe aver senso ordinare una scarpa con mezzo numero in più o in meno (consiglio utile anche nel caso delle calzature da sci).
  • Evita le punte troppo strette.
    Le scarpe da corsa per garantire la giusta stabilità devono aderire correttamente al piede, ma non essere eccessivamente strette. Assicurati di poter muovere le dita e di non sentire pressioni troppo forti.

5- Qualità: influisce sulla durata e sulle prestazioni.

Quando è il momento di fare una scelta tra un tipo di calzatura da running e un altro, è normale paragonare prezzi e qualità. Trattandosi di strumenti fondamentali che influiranno sulle tue prestazioni sportive e sulla corretta postura, ti consigliamo senza alcun dubbio di puntare sulla qualità.

Infatti spesso acquistando scarpe per correre economiche, ci si ritrova ad avere a che fare con calzature di scarsa qualità, che si consumano e si deformano molto rapidamente. Il risultato è che diventa necessario acquistare delle nuove scarpe dopo poco tempo e nel peggiore dei casi si accusano dolori da errata postura.

Leggi anche: Cosa mettere sotto la tuta da sci? Questi i consigli per preservare prestazioni e comodità!

Per concludere.

Queste sono 5 delle principali caratteristiche che dovresti ricercare al momento dell’acquisto delle tue prossime scarpe da corsa.

Seguire questi consigli condizionerà in positivo il tuo andamento sportivo e ti permetterà di contare sulle tue compagne di avventura per almeno 650-800 km (la durata ideale delle scarpe da running).

A proposito di scarpe da corsa di qualità, ti ricordiamo che anche sul nostro negozio on-line Botteroski.com potrai scegliere tra tante proposte dei migliori modelli di scarpe da running e scarpe da trail running.

Visita subito il nostro negozio e approfitta delle consegne veloci direttamente a casa tua e dei migliori prodotti proposti a dei prezzi concorrenziali davvero imperdibili!

Ti aspettiamo su Botteroski.com!